Artsign.it

Georges Braque Stampa

Georges Braque

(13 Maggio, 1882 – 31 Agosto, 1963)

  DLM_Braque.jpg

Nato il 13 Maggio 1882 ad Argenteuil-sur-Seine. Suo padre e suo nonno erano titolari di un’impresa di verniciature edili. Nel 1890, la famiglia si trasferì a Le Havre dove Georges Braque passò l’infanzia e la prima giovinezza, sino al liceo: dal 1897 al 1899 vi frequentò i corsi serali alla scuole di belle arti dove incontrò Raoul Dufy.

Nel 1900 si trasferì a Parigi, come apprendista presso un maestro decoratore: ottenne l'abilitazione nel 1901. L'anno seguente si iscrisse all'Academie Humbert che frequentò fino al 1904, e dove incontrò Marie Laurencin e Francis Picabia. Le sue passioni in questo periodo sono il Louvre (arte Egiziana e Greca) e le due gallerie di Parigi (Galerie Druet e Galerie Vollard).

Durante l'inverno del 1905-1906, dopo essersi formato all'École des Beaux-Arts di Parigi con una forte influenza dell'opera di Henri Matisse, cominciò a dipingere alla maniera dei fauves, cioè con l'uso di colori brillanti e una completa libertà di composizione.
Il 1907 fu un anno determinante nella sua formazione artistica: visitò la retrospettiva su Paul Cézanne presentata in occasione del Salon d'automne, poi grazie a D.H.Kahnweiler venne in contatto con Apollinaire e con Picasso, allora impegnato nella realizzazione di Les Demoiselles d'Avignon, poi espose le sue prime tele, che aveva dipinto a Estaque e a La Ciotat.
Nle 1908 fu raggiunto a l’Estaque da Raoul Dufy. Nel Gil Blas del 14 Novembre il critico Louis Vauxcelles pubblicò l’articolo in cui le opere di Braque venivano descritte come tele composte da tanti piccoli “cubi”, da cui il nome, inizialmente umoristico, della nuova scuola

Tra il 1909 e il 1914 i progressi nell'arte “cubista” di Braque e Picasso furono favoriti da una proficua amicizia tra i due che portò ad una nuova visione dello spazio pittorico, fatto di oggetti smembrati e sfaccettature dei piani.
In questo processo, le tele di Braque diventano pressoché indecifrabili, a dispetto dell'astrazione che non voleva perseguire, e cominciò ad introdurre nei suoi quadri segni riconoscibili quali lettere e cifre stampate, spesso con la tecnica del collage. 


1914 - La proficua collaborazione tra Braque e Picasso si interruppe quando Braque fu chiamato alle armi.
1919 - Dopo la prima guerra mondiale,durante la quale rimase ferito, lavorò allo sviluppo di uno stile più personale, e unico (vedi sulla rivista Nord-Sud di Pierre Reverdy i suoi Pensèes et Reflections sur la Peinture).
Del 1920 la sua prima scultura (un Nudo in stucco) poi nature morte, vedute d'interni e paesaggi marini: sono di questo periodo anche le serie degli Ateliers  e degli Uccelli.
Nel 1933, a Basilea, ebbe luogo un'esposizione riassuntiva delle sue opere, che fu ripetuta in seguito, nella maggior parte delle grandi capitali.

Nel 1937, Braque vinse il premio Carnegie alla mostra internazionale di Pittsburgh e nel 1948 ottenne il primo premio  per  la  pittura  alla XXIV Biennale  di Venezia. E’ dipinto da Braque un soffitto del Louvre, quello  della  sala  Enrico I  (grandi  uccelli stilizzati, 1952-53).

Nel 1960, fu organizzata una mostra retrospettiva della sua opera grafica (stampe e illustrazioni di libri). Con il titolo di Le jour  et  la  nuit (Gallimard, 1952)  Braque  pubblicò i suoi “Cahiers”, una  raccolta  di  brevi  riflessioni  estetiche e morali scritte tra il 1917 e il 1952. Braque affermava che, nell'arte, conta una cosa soltanto: “Quella che non si può spiegare”. I suoi più cari amici furono soprattutto dei poeti: Blaise Cendrars, Apollinaire, Jean Paulhan, Francis Ponge,  Renè  Char che apprezzavano la sua capacità di esprimere la spiritualità della materia e lo amavano per la sua capacità di creare una vera "poetica dello spazio”.

Il 31 Agosto 1963 muore a Parigi, all’età di 81 anni

 

Novitą in galleria

Image DLM148

Galerie MAEGHT
DLM n° 148

Luglio1964

 
Image J.P. SARTRE

Jean Paul Sartre  NOURRITURES                                                                                  Drypoints by WOLS  1949
 

 

Notizie

Appena possibile (i numeri di DLM da caricare son molti) metterò in linea anche un certo numero di libri di antiquariato (argomento: Storia Naturale) dalla grafica affascinante: li ho sempre cercati e collezionati PRIMA che venissero acquistati da qualcuno con l'intenzione di farli a pezzi per venderne le pagina singolarmentenei mercatini di Antiquariato.

You are here  :Home arrow A - E arrow Georges Braque

D.L.M.

DERRIERE LE MIROIR, creata dall'editore Aimé Maeght negli anni 1936-1970 nell'Atelier Mourlot.

Libri

Questa sezione contiene edizioni d'arte e sull'arte, con riferimento specifico all'arte grafica

Login